Stato delle regioni e delle città nell'Unione europea 

11 ottobre 2022 

L'11 ottobre 2022 il Comitato delle regioni pubblicherà il suo Rapporto annuale sullo stato delle regioni e delle città dell'UE, una relazione che offre un'istantanea delle sfide più urgenti cui devono far fronte le regioni e le città di tutta l'Unione, e contribuisce anche ad orientare le decisioni strategiche dell'UE.

 
Sommario

Comprendere l'Europa dalla prospettiva locale e regionale

Sulla base di studi originali commissionati dal Comitato europeo delle regioni, di ricerche accademiche, di contributi di altre istituzioni dell'UE e di documentazione open source (liberamente accessibile), il rapporto ​fornisce fatti e dati ai responsabili dell'elaborazione delle politiche e alle pertinenti parti interessate. Le principali conclusioni e raccomandazioni della relazione saranno riprese nel discorso annuale sullo stato delle città e delle regioni dell'Unione europea, che il Presidente del Comitato europeo delle regioni Vasco Alves Cordeiro pronuncerà nella sessione plenaria di ottobre 2022.

Quest'anno il Barometro verte sulle sfide più urgenti che le città e le regioni dell'UE si trovano ad affrontare: le conseguenze economiche e sociali della guerra mossa dalla Russia all'Ucraina, i perduranti effetti della pandemia di COVID-19 e la necessaria ripresa da tale crisi, l'emergenza climatica e la transizione energetica, la lotta alle disuguaglianze e il futuro della democrazia sulla base delle conclusioni della Conferenza sul futuro dell'Europa.

La relazione contiene anche il "Barometro regionale e locale dell'UE", che illustra le opinioni e i punti di vista di rappresentanti politici eletti in tutta Europa che hanno risposto a un sondaggio condotto in partenariato con IPSOS.

Edizioni precedenti

Condividi :
 
Back to top