Sessioni plenarie  

Il Comitato europeo delle regioni (CdR) tiene ogni anno fino a 6 sessioni plenarie, che riuniscono tutti i membri del CdR (o i loro supplenti), provenienti da regioni e città dei 28 Stati membri dell'UE.

Di norma presiedute dal Presidente del CdR, le sessioni plenarie servono principalmente a:

  • votare su pareri, relazioni e risoluzioni;
  • adottare il programma politico del CdR all'inizio di ogni mandato;
  • eleggere il Presidente, il primo vicepresidente e gli altri membri dell'Ufficio di presidenza;
  • istituire, all'interno del CdR, commissioni competenti per determinate politiche;
  • approvare il progetto di stato di previsione delle spese e delle entrate;
  • rivedere e approvare il Regolamento interno del CdR.

La commissione competente del CdR incarica uno dei suoi membri (il cosiddetto "relatore") di elaborare un parere sulla proposta legislativa in questione, parere che è poi presentato e messo ai voti in sessione plenaria. Se la maggioranza dei voti è favorevole al parere, questo è adottato dal CdR e trasmesso alle istituzioni dell'UE.

Il CdR può inoltre agire di propria iniziativa, adottando una posizione in merito a un determinato tema sotto forma di "parere d'iniziativa".

Ultima sessione plenaria

Prossima sessione plenaria