Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
A una giovane imprenditrice albanese il premio per l'imprenditorialità locale giovanile nel Mediterraneo  

Il riconoscimento assegnato all'operatrice turistica tiene conto anche degli sforzi compiuti dalla città di Berat per sostenere lo sviluppo dell'industria turistica locale

Erilda Krasi, fondatrice della società 1001 Albanian Adventures, con sede nella città di Berat, ha vinto il premio dell'ARLEM per l'imprenditorialità locale giovanile nel Mediterraneo , giunto alla sua terza edizione. L'imprenditrice ha avuto la meglio su oltre una ventina di altri giovani imprenditori provenienti da tutto il Mediterraneo che si sono candidati con le loro piccole imprese.

Il premio, che dal 2019 viene conferito ogni anno dall' Assemblea regionale e locale euromediterranea (ARLEM), riconosce sia il lavoro degli imprenditori di età inferiore ai 35 anni sia gli sforzi compiuti dagli enti locali per promuovere politiche favorevoli alle imprese.

Il comitato di valutazione, che include rappresentanti di organizzazioni attivamente impegnate nella promozione dell'ambiente imprenditoriale nella regione del Mediterraneo, ha elogiato il lavoro svolto dalla società 1001 Albanian Adventures , sottolineando il fatto che si tratta di un esempio di turismo sostenibile e responsabile che contribuisce a rigenerare il tessuto economico locale e l'ambiente urbano.

Erilda Krasi, che nella stagione turistica dispone di un team costituito da una decina collaboratori oltre che del sostegno di diversi volontari per l'attività di guida, ha dichiarato: " Questo premio rappresenta un messaggio di speranza in un periodo difficile per il mondo intero, in particolare per le piccole imprese che operano nel settore del turismo. Esso trasmette un segnale forte e incoraggiante: il grande impegno viene ricompensato e le difficoltà ci rendono più forti. Grazie di questa opportunità, grazie di averci offerto questa nuova possibilità! "

Erilda Krasi, che ha avviato la sua attività durante gli studi universitari, ha dichiarato che la "ragione principale" che l'ha spinta a fondare la propria impresa era costituita dall'esperienza straziante di vedere molti amici costretti a lasciare il paese per cercare lavoro all'estero. Inizialmente la sua preoccupazione principale era quella di attirare altri giovani e offrire loro un lavoro nella sua impresa. Il forte impegno della società a favore della comunità locale si riflette nel suo " Solidarity Shop Berat ", che vende prodotti fabbricati da persone con esigenze particolari e da altri gruppi svantaggiati, nonché beni prodotti da agricoltori e artigiani locali. L'impresa contribuisce anche al turismo sostenibile (promuove visite a piedi e in bicicletta, attività di campeggio e, dal 2017, ha messo a punto una serie di progetti incentrati sull'ecoturismo e l'agriturismo) e alla protezione dell'ambiente, organizzando campagne di pulizia ambientale e l'installazione di contenitori per la raccolta dei rifiuti.

La città di Berat ha avviato diversi progetti attraverso i quali cerca di sostenere le piccole imprese del settore del turismo, organizzando attività quali seminari, fiere e spettacoli, oltre a collaborare con le scuole e i giovani al fine di stimolare il loro interesse per il settore turistico.

L'ARLEM riunisce politici locali e regionali provenienti dai 42 paesi membri dell'Unione per il Mediterraneo. Il premio è stato consegnato a Erilda Krasi il 22 febbraio in occasione della sessione plenaria annuale dell'ARLEM , alla quale hanno partecipato i presidenti del Comitato europeo delle regioni e dell'associazione Città e governi locali uniti (CGLU), il commissario europeo per la politica europea di vicinato e i negoziati di allargamento e il segretario generale dell' Unione per il Mediterraneo .

A seguito della consegna del premio, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) in Albania e la delegazione dell'UE in Albania hanno annunciato che inviteranno 1001 Albanian Adventures ad aderire al modello basato sul turismo della BERS per il programma di sostegno allo sviluppo economico locale in Albania. Il programma, in parte finanziato dall'UE, ha avviato dei progetti pilota in quattro località, tra cui Berat. Erilda Krasi avrà inoltre la possibilità di seguire dei corsi di formazione e la sua impresa avrà l'accesso prioritario a servizi di consulenza aziendale personalizzati.

Il premio dell'Assemblea regionale e locale euromediterranea (ARLEM), destinato agli imprenditori dei paesi terzi, ha attratto candidati provenienti da dieci paesi: Albania, Algeria, Egitto, Giordania, Israele, Libia, Mauritania, Marocco, Palestina e Tunisia. Tutte le imprese sono operative da almeno tre anni.

Altri quattro imprenditori erano in lizza per il premio ARLEM:

Ahmed El Sadi , che gestisce Blue Filter, una società di trattamento delle acque reflue in Palestina; Amal Labriny , che dirige una cooperativa agricola in Marocco; Mustapha Samir Laoufi , che ha costituito una società di pannelli solitari in Algeria; e Abdelkader Zerrougui , che dirige una società di gestione delle acque e dei rifiuti in Algeria.

Il comitato di valutazione era composto da rappresentanti dell' Unione per il Mediterraneo , della Fondazione europea per la formazione , della direzione generale Politica di vicinato e negoziati di allargamento e del Centro comune di ricerca della Commissione europea, di MedCities , della commissione intermediterranea della Conferenza delle regioni periferiche marittime d'Europa , di Eurochambres , Womenpreneur e Anima Invest , ed era presieduto dal Comitato europeo delle regioni , che assicura i servizi di segreteria dell'ARLEM.

I premi ARLEM delle due prime edizioni sono stati assegnati a Zimni Jdeed , una casa di moda femminile di Tripoli, in Libia, e a Rima Dates , un'impresa di lavorazione dei datteri a Ghardaia, nell'Algeria meridionale.

Contatti stampa:

Andrew Gardner

Tel. +32 473 843 981

andrew.gardner@cor.europa.eu