Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
"Delineare il futuro dell'UE è un compito e una responsabilità di tutti"  

Il Presidente Lambertz invita la Presidente eletta von der Leyen a configurare il futuro dell'UE insieme con le città e le regioni

In occasione dell'elezione della nuova Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen da parte del Parlamento europeo, il Presidente del Comitato europeo delle regioni Karl-Heinz Lambertz ha dichiarato:

"Mi congratulo per l'elezione di Ursula von der Leyen. Il Comitato europeo delle regioni si rallegra fin d'ora di poterla invitare a presentare il suo programma per l'Europa dinanzi all'Assemblea dei rappresentanti eletti a livello locale e regionale dell'UE" .

"Abbiamo bisogno di un nuovo metodo di lavoro per accrescere la legittimità, la titolarità e la prossimità dell'UE. La prossima Commissione dovrebbe sostenere senza riserve una maggiore partecipazione di tutti i livelli di governo in ogni fase del processo decisionale dell'UE. Ho molto apprezzato l'affermazione della Presidente eletta secondo cui "il sistema democratico della nostra Unione è unico, poiché riunisce parlamentari eletti direttamente a livello locale, regionale, nazionale ed europeo con capi di Stato e di governo eletti". Conto su di lei per lanciare una nuova azione coordinata a livello europeo, nazionale, regionale e locale che consenta all'UE di compiere progressi sul piano sociale ed economico e di colmare il divario con i cittadini."

"Nella lotta contro la crisi climatica e le disuguaglianze sociali e al fine di garantire una transizione equa per tutti, le regioni e le città svolgono un ruolo fondamentale nel trasformare le promesse in realtà. Pertanto, il Comitato europeo delle regioni sostiene una politica di coesione forte per tutte le regioni. Solo attuando una cooperazione a più livelli e potenziando la capacità di effettuare investimenti pubblici saremo in grado di realizzare un'Unione equa e sostenibile."

"La maggiore affluenza alle elezioni europee del 2019 ha confermato che l'Europa sta a cuore ai cittadini, e in particolare alle giovani generazioni. È tempo di sfruttare questo slancio per coinvolgere i cittadini europei in modo più sistematico al di fuori delle campagne elettorali, anche attraverso un dialogo comune permanente che veda la partecipazione degli enti locali e regionali."

"Delineare il futuro dell'UE è un compito e una responsabilità di tutti. Il Comitato europeo delle regioni, insieme con le città e le regioni dell'UE, è pronto a partecipare attivamente alla 'conferenza sul futuro dell'Europa'."

Tenuto conto delle sfide e delle priorità politiche che si prospettano per il futuro, il Comitato europeo delle regioni ha già illustrato le proprie aspettative e proposte per il periodo 2019-2024 in un piano e in una risoluzione adottati il 26 giugno 2019. In questi documenti si afferma chiaramente che, se l'UE vuole riconquistare la fiducia dei cittadini e affrontare le principali sfide attuali, le sue decisioni e le sue politiche devono essere definite collegialmente e ancorate al livello locale.

Contatti stampa: pressecdr@cor.europa.eu

Tel. +32 (0)2 282 23 66