Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Azione pilota sui partenariati per l'innovazione regionale: la Sua regione può candidarsi ora  

Il Comitato europeo delle regioni e il Centro comune di ricerca della Commissione europea hanno lanciato un invito a manifestare interesse per una nuova azione pilota sui partenariati per l'innovazione regionale. Questa azione pilota coinvolgerà fino a 24 enti partecipanti dell'UE (Stati membri, regioni o gruppi di regioni) che avvertono l'urgenza di trasformare le loro economie e società e che sono disposti a sviluppare ulteriormente i propri quadri strategici per le politiche di innovazione, sviluppo industriale, transizioni verso la sostenibilità e più ampio sviluppo economico e sociale. La scadenza per la presentazione delle candidature è il 25 aprile 2022.

I partenariati per l'innovazione regionale costituiscono un approccio complementare, che si basa su esperienze positive nel quadro delle strategie di specializzazione intelligente. L'iniziativa è tesa a migliorare il coordinamento e la direzionalità delle politiche regionali, nazionali e dell'UE in materia di ricerca e innovazione, per attuare le transizioni verde e digitale dell'Europa e affrontare il divario di innovazione nell'UE.

I partenariati saranno saldamente ancorati al quadro strategico dell'UE, e sosterranno l'attuazione del Green Deal europeo , di Orizzonte Europa , della politica di coesione e di NextGenerationEU . Particolare attenzione sarà rivolta agli strumenti e ai meccanismi di governance che mobilitano molteplici fonti di finanziamento e differenti politiche per amplificare l'impatto, e che possono contribuire a collegare le iniziative regionali e nazionali alle iniziative dell'UE per la duplice transizione.

Apostolos Tzitzikostas , Presidente del Comitato europeo delle regioni, ha affermato: "Le esperienze, i contatti, la cooperazione, gli interessi e le specifiche competenze comuni che l'iniziativa intende mettere a disposizione degli enti locali e regionali di tutta l'UE aiuteranno questi ultimi a rispondere con successo alle sfide sociali in senso lato che oggi tutti noi dobbiamo affrontare. A più lungo termine, l'azione pilota contribuirà ad attirare gli investimenti necessari e a mobilitare in maniera coerente l'intero complesso delle politiche e degli strumenti di finanziamento pertinenti".

Elisa Ferreira , commissaria per la Coesione e le riforme, ha dichiarato: "Promuovere e diffondere l'innovazione è fondamentale per il successo della transizione verde e digitale. Tutte le regioni hanno un potenziale di innovazione che deve essere sfruttato pienamente per non lasciare indietro nessuno. Abbiamo bisogno di solidi partenariati per l'innovazione, basati su strategie di specializzazione intelligente adattate ai punti di forza e alle sfide di ciascun territorio, e che integrino fondi e politiche diversi. Le regioni devono svolgere un ruolo centrale nella definizione del modello di crescita innovativo dell'Europa".

Mariya Gabriel , commissaria per l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e lo sport, ha detto: "Le fondamenta di ecosistemi regionali dell'innovazione prosperi sono connessioni forti tra gli attori dell'innovazione. I 'partenariati per l'innovazione regionale' costituiranno una piattaforma che consentirà agli attori pubblici e privati di investire nell'innovazione e nelle start-up per un'economia e una società sostenibili. I partenariati integreranno tutti gli strumenti disponibili dell'UE per produrre impatti tangibili. Abbiamo bisogno di innovatori e investitori in ogni regione e paese. I partenariati per l'innovazione regionale collegheranno tutti questi soggetti per costruire un vero ecosistema paneuropeo dell'innovazione".

I partecipanti all'azione pilota dovranno individuare, in stretta collaborazione con il Centro comune di ricerca e il CdR, i settori su cui intendono concentrare l'azione pilota. Può trattarsi di sfide socioeconomiche o politiche, di settori economici specifici e/o di settori o strumenti strategici. Le attività nell'ambito dell'azione pilota saranno adattate ai settori di maggior interesse per ciascun partecipante.

La scadenza per la presentazione delle candidature è il 25 aprile 2022 . Nella lettera del presidente Tzitzikostas e nel relativo allegato figurano maggiori informazioni e istruzioni dettagliate sulle modalità di candidatura. I territori prescelti saranno annunciati a maggio e per il 17 maggio è previsto un evento ufficiale di lancio.

Contatto stampa:

Segreteria della commissione SEDEC

SEDEC@cor.europa.eu

Condividi: