Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
La gestione delle popolazioni di grandi carnivori: ‎ i leader delle amministrazioni locali chiedono che gli Stati membri dispongano di maggiori risorse e di maggiore flessibilità  

Jacques Blanc (FR/PPE), sindaco di La Canourgue e relatore del Comitato europeo delle regioni sulla pastorizia, è intervenuto il 5 dicembre all'audizione sul tema dei lupi, organizzata dal Parlamento europeo a Bruxelles, per chiedere che gli Stati membri dispongano di maggiori risorse e maggiore flessibilità per gestire le loro popolazioni di grandi carnivori.

Il mantenimento dell'attività pastorizia è essenziale per conservare l'agricoltura in tutti i territori, allo scopo di preservare un tessuto rurale dinamico. Purtroppo la situazione per la pastorizia è molto preoccupante in numerosi paesi europei dove le popolazioni dei grandi carnivori sono in aumento. Le perdite provocate dai grandi predatori sono molto significative e in crescita.

Il Comitato europeo delle regioni chiede alla Commissione di valutare la necessità di rivedere la direttiva Habitat sulla base della prossima relazione sullo stato della natura nel 2020. Chiede inoltre che la strategia a favore della biodiversità si basi su un nuovo fondo specifico per la conservazione delle specie. "Tale fondo dovrebbe coprire il risarcimento dei danni causati dai grandi carnivori, il cui costo è in forte aumento e impegna una parte sempre più importante del FEASR il cui bilancio si sta tuttavia riducendo significativamente. Secondo l'Istituto nazionale per la ricerca agronomica, in Francia il costo annuale della protezione del bestiame e del risarcimento dei danni è stato stimato a 80 000 EUR per lupo. In Spagna, il costo dei risarcimenti è passato da 40 000 EUR nel 2014 a 300 000 EUR nel 2019. I costi esponenziali della predazione non sono più sostenibili," ha sottolineato Jacques Blanc.

Contatti stampa:

Helene Moraut

Tel. +32 22822161

helene.moraut @cor.europa.eu