Gli enti locali si impegnano per la riduzione dei rifiuti  
Il Comitato europeo delle regioni ha ospitato la cerimonia annuale di premiazione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, nel quadro della Settimana verde 2019

Nel quadro della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti SERR sono stati premiati sei progetti, riconosciuti come le azioni migliori dell'anno nello sforzo di ridurre a zero i rifiuti nell'UE. I riconoscimenti, assegnati ogni anno, intendono segnalare e incoraggiare le iniziative di riduzione dei rifiuti attuate da tutti i soggetti della società. La SERR si svolge ogni anno in novembre, e comprende migliaia di attività di sensibilizzazione e di rimozione di rifiuti in tutta Europa. La decima edizione dei premi SERR mette in evidenza il ruolo centrale degli enti locali nella riduzione dei rifiuti. La prossima SERR avrà luogo dal 16 al 24 novembre 2019.

Nel suo intervento di apertura, il membro del Comitato europeo delle regioni (CdR) André van de Nadort (NL/PSE) , sindaco di Weststellingwerf e membro della giuria dell'edizione di quest'anno, ha dichiarato: "Come membro della giuria sono impressionato dal numero di iniziative in corso in tutta Europa e dalla diversità dei gruppi, delle istituzioni e delle comunità che si impegnano attivamente nella prevenzione e nella riduzione dei rifiuti. Al Comitato europeo delle regioni e nei nostri comuni ci adoperiamo per aumentare il livello di ambizione della legislazione sui rifiuti in Europa. Ma non potremmo raggiungere i nostri obiettivi senza l'impegno e la dedizione delle comunità locali". André van de Nadort (NL/PSE) è stato relatore del parere sulla Strategia europea per la plastica nell'economia circolare , adottato a ottobre 2018 .

Il Comitato europeo delle regioni sostiene attivamente la SERR e i suoi premi, presiedendo il suo comitato direttivo e fornendo sostegno alle sue attività principali, tra cui la cerimonia annuale di premiazione.

Ed ecco i sei progetti premiati:

1. Nella categoria Amministrazioni e organizzazioni pubbliche: Maratona zero rifiuti . Mense scolastiche sostenibili. Realizzata dal comune di Sant Vicenç de Castellet (Catalogna), e articolata in vari eventi, questa azione consisteva in una campagna diretta a promuovere pasti scolastici sostenibili e sani nelle tre scuole pubbliche del comune. Sono stati coinvolti circa 600 studenti e i loro genitori.

2. Categoria Associazioni e organizzazioni non governative: La biblioteca degli oggetti di Cloughmills , progetto organizzato dal gruppo di azione comunitario di Cloughmills (Irlanda del nord), che ha dato un senso nuovo al concetto di biblioteca: prestando oggetti invece di libri, il gruppo di azione ha cercato di mettere la comunità locale in condizione di provvedere localmente a una serie di incombenze, e di ridurre la quantità di rifiuti prodotti, grazie al fatto che i residenti non hanno avuto più bisogno di acquistare un certo numero di oggetti.

3. Categoria Imprese e industrie: Inquinanti emergenti , progetto attuato dalla clinica IMQ Zorrotzaurre (Paese basco), che ha classificato in base all'impatto ambientale le sostanze chimiche presenti nei prodotti utilizzati in quattro dei suoi dipartimenti, allo scopo di limitare tale impatto. Il passo successivo consisterà nel sostituire i prodotti più dannosi con alternative più sostenibili.

4. Categoria Istituti scolastici: Pulizia verde SERR , attuato dalla scuola nazionale St Fintan (Irlanda), dove circa 180 studenti hanno partecipato, insieme ai loro genitori, a seminari per imparare a fabbricare prodotti per la pulizia e per l'igiene personale privi di sostanze chimiche pericolose.

5. Categoria Cittadini: Festa della pesatura dei rifiuti organici , attuata da Marina Seder Colomina e Morgane Robert (Les Lilas, Île-de-France). Per far capire meglio l'impatto positivo di due siti di raccolta di rifiuti organici della loro città, rafforzando nel contempo i legami all'interno della comunità, le organizzatrici hanno invitato gli utenti a partecipare a uno studio di misurazione dei rifiuti.

6. Categoria Premio speciale europeo: Alfabeto artistico sostenibile SERR , attuata dalla scuola Collegi Sant Josep di Navàs (Catalogna) e dalle scuole partner, nel quadro di un'iniziativa di gemellaggio digitale, l'iniziativa, rivolta a incoraggiare gli studenti ad approfondire il tema della sostenibilità, puntava anche a migliorare la loro capacità di lavorare in gruppo e la loro conoscenza delle lingue straniere. Il risultato è stato un alfabeto le cui lettere corrispondono a messaggi significativi sull'ambiente e la riduzione dei rifiuti.

Contesto di riferimento:

Per maggiori informazioni sui vincitori e i finalisti del premio SERR consultare questa ampia cartella stampa .

La decima edizione della SERR, svoltasi nel 2018, è stata dedicata al tema dei rifiuti pericolosi, al motto di È ora di disintossicarsi! L'evento è servito a richiamare l'attenzione sulle sostanze, spesso nascoste, ma dannose, che si ritrovano in prodotti e attività di uso quotidiano.

L'edizione 2018 della SERR si è caratterizzata per il numero record di azioni che sono state organizzate: ben 14 347, registrate, in cooperazione con la segreteria della SERR, da 32 coordinatori nazionali, regionali e locali in 30 paesi.

La prossima edizione della SERR, in programma dal 16 al 24 novembre 2019 , sarà dedicata all'educazione e alla comunicazione in materia di rifiuti. Per ulteriori informazioni cliccare qui

Persone da contattare:

SERR: Carmen Valache | cv@acrplus.org | +32 (0) 2 234 65 07

CdR: David Crous | david.crous@cor.europa.eu | +32 (0) 470 88 10 37