Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Il Green Deal a livello locale: un invito a promuovere le buone pratiche  

Il Comitato europeo delle regioni lancia ai suoi membri e ai giovani rappresentanti politici eletti (YEPs) un invito dedicato alle buone pratiche, al fine di raccogliere, presentare e promuovere progetti a basse emissioni di carbonio, come pure di incoraggiarne la diffusione in tutta l'UE. La vostra città o regione è un modello di sostenibilità? Siete orgogliosi dei progetti che state attuando nella vostra comunità in relazione alle priorità del Green Deal? Se la risposta è sì, allora questo invito è rivolto a voi.

In quanto artefici del cambiamento, le città e le regioni possono svolgere un ruolo chiave nel realizzare il Green Deal e nell'avvicinare l'UE al traguardo della neutralità climatica. In questo periodo di crisi dovuta alla Covid-19, è più importante che mai dimostrare quali e quanti siano i benefici, sul piano ambientale, economico e sociale, apportati dalle iniziative volte a ridurre le emissioni di carbonio.

A tale scopo, il Comitato europeo delle regioni lancia ai suoi membri e ai giovani rappresentanti politici eletti (YEPs) un invito dedicato alle buone pratiche, al fine di raccogliere, presentare e promuovere progetti a basse emissioni di carbonio, come pure di incoraggiarne la diffusione in tutta l'UE.

I progetti a livello locale e regionale alimenteranno una piattaforma che mostrerà come le città e le regioni stiano già realizzando concretamente le priorità del Green Deal e contribuendo a una ripresa verde intesa a costruire una società più sostenibile, inclusiva e resiliente.

I progetti saranno consultabili dalla mappa interattiva sul sito web del CdR e verranno promossi presso le istituzioni dell'UE, i portatori di interessi e i media, in particolare in occasione della 18 a Settimana europea delle regioni e delle città che si terrà nell'ottobre 2020. Le buone pratiche così evidenziate confluiranno inoltre in una relazione sul Green Deal, che il Comitato europeo delle regioni è stato incaricato di elaborare e presentare nel secondo semestre del 2020 dalla presidenza tedesca del Consiglio dell'Unione europea.

Nel contesto della discussione in corso sul nuovo bilancio dell'UE, dello strumento per la ripresa Next Generation EU con risorse per 750 miliardi di EUR e in previsione dei piani nazionali per la ripresa e la resilienza che dovranno essere presentati dagli Stati membri, il Comitato europeo delle regioni dimostrerà perché le città e le regioni devono essere centrali nella strategia di ripresa e indicherà i settori in cui è necessario concentrare gli investimenti prioritari.

Chi può partecipare?

I membri e i supplenti del Comitato europeo delle regioni e i partecipanti al programma del CdR Giovani rappresentanti politici eletti (YEPs) .

Quali progetti possono candidarsi?

I membri e gli YEPs sono invitati a presentare i loro progetti e iniziative, conclusi di recente o ancora in corso, che contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi del Green Deal e ad avvicinare l'UE al traguardo della neutralità climatica, in tutta una serie di ambiti: efficienza energetica degli edifici, diffusione di fonti di energia rinnovabile, mobilità pulita, tutela della biodiversità o iniziative sull'economia circolare. I progetti ammissibili devono contribuire alla riduzione delle emissioni di CO 2 nei settori previsti dal Green Deal – la nuova strategia di crescita dell'UE volta a conseguire la neutralità climatica entro il 2050 –, vale a dire:

  • Energia pulita ed efficienza energetica (comprese le energie rinnovabili e la ristrutturazione degli edifici)
  • Trasporti sostenibili
  • Tutela della biodiversità dell'Europa
  • Finanza sostenibile e industria verde
  • Transizione verso un'economia circolare
  • Un'Europa a inquinamento zero
  • Alimentazione e agricoltura

Modalità di partecipazione: si prega di compilare il seguente modulo di candidatura online .

Scadenza per la presentazione delle candidature: si prega di inviare il modulo di candidatura debitamente compilato entro lunedì 21 settembre 2020.

E-mail di contatto: enve@cor.europa.eu

Il Green Deal a livello locale: cliccare qui per accedere alla pagina web del CdR sul Green Deal e per saperne di più sul gruppo di lavoro Green Deal a livello locale.