Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Verso una direttrice Adriatico-Ionica multimodale e pluriconnessa al versante Tirrenico  

Ampia partecipazione all'evento, un momento di informazione e cooperazione interregionale sui progetti ferrovieri presenti e futuri sulla linea Adriatico-Ionica

Numerosi cittadini ed esperti ieri hanno partecipato a “Verso una direttrice Adriatico-Ionica multimodale e pluriconnessa al versante Tirrenico” , l’evento organizzato dalla Regione Abruzzo in collaborazione con il Comitato europeo delle Regioni (CdR) nell'ambito dell'Anno europeo delle ferrovie 2021. Collegandosi da L'Aquila e da Bruxelles, sono intervenuti – tra gli altri – il presidente della Regione Abruzzo e membro del CdR Marco Marsilio ; il Segretario di Stato per le Infrastrutture del Governo portoghese, Jorge Delgado , sulle Prospettive della Presidenza Portoghese del Consiglio UE; il direttore Investimenti Trasporto Innovativo e Sostenibile della Direzione Generale per la mobilità e i trasporti (DG MOVE) della Commissione europea, Herald Ruijters; e il vice Ministro delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili Alessandro Morelli.

L'evento locale fa parte del programma ufficiale della DG MOVE per l' Anno Europeo delle Ferrovie 2021 ed è sostenuto dalla commissione Politica di coesione e bilancio dell'Ue (COTER) del Comitato Europeo delle Regioni.

Traendo spunto dagli obiettivi del Green Deal (decarbonizzazione dei trasporti e promozione del trasferimento modale su rotaia) e dalla promozione della coesione sociale, economica e territoriale, l'obiettivo dell'iniziativa è stato quello di diffondere e informare cittadini e imprese sui progetti previsti e in corso e sulla cooperazione interregionale sulla linea ferroviaria Adriatico-Ionica, come spina dorsale di un sistema di trasporto intermodale e interconnesso.

Nell’ambito del primo panel “Connettere le Regioni”, è intervenuto, tra gli altri, Alberto Mazzola , Direttore esecutivo CER, Rete degli operatori e delle società di infrastrutture ferroviarie a livello europeo e membro del Comitato Economico e Sociale Europeo. Il secondo panel “Cooperare tra le Regioni” ha visto confrontarsi il presidente della Giunta regionale abruzzese, Marco Marsilio , con i presidenti delle Regioni Molise e Puglia, Donato Toma (membro del CdR) e Michele Emiliano , e con l'assessore alla mobilità della Regione Lazio, Mauro Alessandri . Le conclusioni del presidente Marsilio hanno preceduto, infine, l’intervento del vice Ministro delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili Alessandro Morelli .

Nel corso della videoconferenza, sono stati affrontati, in particolare, i temi dell’integrazione tra le diverse modalità di trasporto, specificamente quelle verdi e intelligenti, e l’uso di tecnologie di alimentazione all’avanguardia e sostenibili, come l’idrogeno. Infine, sono stati mostrati gli anelli mancanti negli attuali corridoi europei di trasporto e le opportunità che possono derivare da un loro inserimento nell'ambito della rete TEN-T :

  • promuovere l’occupazione,
  • migliorare la coesione territoriale,
  • ridurre le emissioni,
  • aumentare la consapevolezza sulla sostenibilità ambientale.

Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio , nel suo intervento, ha proposto alla Commissione europea, nell’ambito del processo di revisione delle reti TEN-T, la dorsale Adriatica e la trasversale verso il Tirreno sottolineando la posizione logistica ideale dell’Abruzzo e un enorme potenziale di attrattività per nuovi insediamenti industriali e commerciali. “ Non si può non tener conto della centralità dell’Abruzzo per i traffici commerciali e turistici nel Mediterraneo – ha detto il Presidente - Il potenziamento dei porti abruzzesi sarà funzionale a una maggiore velocità nel trasporto di merci e persone, con consequenziale aumento occupazionale e una crescita della competitività per le attività produttive. L’Abruzzo chiede alla Commissione Europea la revisione delle reti Ten-T, da cui discendono i Corridoi Europei della mobilità e, in particolare, il prolungamento del 'Baltico-Adriatico' all’intera dorsale adriatica così da collegarlo, nel territorio pugliese, a quello 'Scandinavo-Mediterraneo', la creazione di una diramazione di quest’ultimo dalla Penisola Iberica ai Balcani passando per il porto di Ortona".

La registrazione integrale dell’evento è disponibile sulla pagina Facebook della Regione Abruzzo .

L'evento rientra in una serie di "dialoghi locali" (#localdialogues) sui temi europei organizzati e sostenuti dal Comitato europeo delle Regioni in tutta l'UE, che andranno a costituire uno dei contributi del Comitato stesso alla Conferenza sul futuro dell'Europa .

Contatti:

Matteo Miglietta – Comitato europeo delle regioni

Tel. +32 (0)470 895 382

matteo.miglietta@cor.europa.eu

Katia Scolta – Regione Abruzzo

Tel. +39 320 922 4671

katia.scolta@regione.abruzzo.it

Share: