Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Herman Van Rompuy presiederà il gruppo di alto livello del CdR sulla democrazia ‎ per rafforzare la dimensione regionale e locale della Conferenza sul futuro dell'Europa  

Il Comitato europeo delle regioni istituisce un gruppo di alto livello sulla democrazia europea che sarà guidato da Herman Van Rompuy, e ribadisce il proprio appello a convocare quanto prima la Conferenza sul futuro dell'Europa.

Il Comitato europeo delle regioni (CdR) dà vita a un gruppo di alto livello destinato a sostenere la sua missione politica e istituzionale fornendo analisi politiche strategiche. Herman Van Rompuy è stato nominato presidente del gruppo di alto livello, che sarà composto da sette "saggi", sia uomini che donne.

Il Presidente del CdR e presidente della regione Macedonia centrale Apostolos Tzitzikostas ha dichiarato: " Ringrazio calorosamente Herman Van Rompuy per aver accettato la mia proposta di presiedere il gruppo di alto livello. La sua visione e il suo impegno europeisti apporteranno un inestimabile valore aggiunto ai lavori del CdR per tutta la durata della Conferenza sul futuro dell'Europa. Quello che abbiamo nell'UE è un sistema democratico senza eguali, che mi piace considerare come la 'Casa europea della democrazia'. La nostra casa ha pareti forti e robuste - gli Stati membri - e un tetto che ci ripara - l'Unione europea. Gli enti locali e regionali sono le fondamenta e la rete di sicurezza della casa. La Conferenza sul futuro dell'Europa non dovrà essere l'ennesimo 'concorso di bellezza' tra le istituzioni europee che si conclude solo con un fiume di parole: se sarà così, avremo sprecato un'occasione storica. Vogliamo e dobbiamo invece fare in modo che, dopo la Conferenza, la nostra Casa europea della democrazia sia ancora più solida in tutte le sue parti. Il gruppo di alto livello istituito oggi darà un contributo concreto a questo processo" .

Herman Van Rompuy ha dichiarato a sua volta: " Ringrazio di tutto cuore il Comitato europeo delle regioni per avermi offerto la presidenza del nuovo gruppo di alto livello sulla democrazia europea. Gli enti locali e regionali possono contribuire a restituire ai cittadini la fiducia nella democrazia. In un mondo segnato dalla globalizzazione, la prossimità diventa un elemento importante per rafforzare la coesione e costruire un più largo consenso: la Conferenza sul futuro dell'Europa deve quindi riflettere a come coinvolgere nel processo un maggior numero di regioni e di città. Deve inviare un messaggio sul modo in cui l'UE intende dare delle risposte ai timori e alle preoccupazioni dei cittadini, e non dovrebbe cadere preda di un'ossessione istituzionale. A mio parere, la democrazia è un valore in sé e non un mero strumento. Una democrazia politica non si limita alle sole elezioni - per importante che sia il loro svolgimento - ma è molto di più. I cittadini devono credere nel valore intrinseco del sistema, e una democrazia che produce risultati li rafforza in questa convinzione".

Sotto la presidenza di Herman Van Rompuy - primo Presidente del Consiglio europeo ed ex primo ministro del Belgio, attuale presidente del consiglio di amministrazione del Collegio d'Europa - il gruppo di alto livello sulla democrazia europea opererà in piena indipendenza e a stretto contatto con la Conferenza dei Presidenti del CdR durante i lavori della Conferenza sul futuro dell'Europa. Il gruppo di alto livello sarà inoltre invitato a contribuire alle attività dell'Ufficio di presidenza e dell'Assemblea plenaria del CdR nell'ambito dei vari dibattiti politici collegati alla Conferenza.

Antonio Tajani (IT/EPP), presidente della Commissione per gli affari costituzionali del Parlamento europeo, ha partecipato alla riunione della Conferenza dei Presidenti del CdR che ha approvato la creazione del gruppo di alto livello sulla democrazia. " Dobbiamo usare tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione per ridurre la distanza fra i cittadini e le istituzioni europee. Questo significa provare a dare più potere agli eletti a livello locale, perché loro conoscono meglio di chiunque altro i problemi dei cittadini. Se vogliamo un'Europa più vicina ai cittadini bisogna dare più potere al Comitato delle Regioni nell'ambito della Conferenza sul futuro dell'Europa. Il CdR deve essere uno dei protagonisti del dibattito ", ha sottolineato Tajani.

Contesto

La Conferenza sul futuro dell'Europa è un esercizio collettivo che si protrarrà per due anni con l'obiettivo di rendere l'Unione europea più democratica, più trasparente, più efficiente e più resiliente. Il CdR è impegnato a partecipare attivamente a questo processo, consolidando il legame tra l'Unione, i cittadini europei e il milione di rappresentanti politici eletti a livello locale e regionale in tutta Europa. La Conferenza servirà a rafforzare le stesse fondamenta democratiche dell'UE nonché il senso di identità europea, e di adesione al progetto europeo, di tutti i suoi cittadini.

Portavoce del Presidente:

Michele Cercone

Tel. +32 (0)498 98 23 49

Michele.Cercone@cor.europa.eu

Share: