Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Più di 600 responsabili politici partecipano ai dibattiti sul futuro dell'Europa e la politica regionale nell'ambito della #EURegionsWeek  
I temi al centro della prossima #CoRplenary sono il futuro bilancio dell'UE, la politica di coesione, la Brexit e le transizioni digitale ed ecologica

Il 7 ottobre prende il via a Bruxelles la 17 a edizione della Settimana europea delle regioni e delle città per dibattere di come la politica di coesione possa contribuire ad un'Europa più verde, più inclusiva e più intelligente. Nel corso della manifestazione, che si aprirà con un dibattito di alto profilo sul futuro dell'Europa, si svolgeranno quasi 400 eventi, tra cui una conferenza ad alto livello sulla trasformazione delle regioni carbonifere. L'8 e il 9 ottobre il Comitato europeo delle regioni (CdR) terrà inoltre una sessione plenaria ( #CoRplenary ) in occasione della quale i membri del CdR dibatteranno il futuro della politica di coesione dell'UE con il presidente della commissione Sviluppo regionale del Parlamento europeo Younous Omarjee, il prossimo bilancio pluriennale dell'Unione con il commissario europeo Oettinger, e le transizioni ecologica e digitale con la ministra finlandese agli Affari europei Tytti Tuppurainen.

17 a Settimana europea delle regioni e delle città , 7-10 ottobre 2019, #EURegionsWeek

La Settimana (#EURegionsWeek) costituirà ancora una volta un'opportunità unica per avere un'idea più chiara del modo in cui le regioni e le città investono i fondi dell'UE per migliorare la vita quotidiana dei cittadini e di come i fondi di coesione stiano costruendo un'Europa più verde, più inclusiva e più intelligente. La manifestazione annuale, organizzata congiuntamente dal CdR e dalla Commissione europea, è il più importante evento dedicato allo sviluppo regionale in Europa. L'edizione 2019 riunirà oltre 9 000 partecipanti (tra cui studiosi, amministratori pubblici, esperti e più di 600 esponenti politici locali, regionali, nazionali ed europei) nell'ambito di quasi 400 seminari, dibattiti, mostre e opportunità di creare reti e contatti sui diversi aspetti della politica di coesione.

Eventi principali :

7 ottobre, ore 14:30-16:30 ( diretta streaming ) – Sessione inaugurale: Le regioni e le città, i pilastri del futuro dell'UE

Oltre 100 giovani rappresentanti politici eletti parteciperanno alla sessione inaugurale e dibatteranno del futuro dell'Unione europea con Karl-Heinz Lambertz , Presidente del Comitato europeo delle regioni, Klara Dobrev , vicepresidente del Parlamento europeo, ed Elżbieta Bieńkowska , commissaria europea per il Mercato interno, l'industria, l'imprenditoria e le PMI .

8 ottobre, ore 09:00-10:30 ( diretta streaming ) – Riunione congiunta REGI/COTER sul tema Lo stato di avanzamento dei negoziati sulla futura politica di coesione dopo il 2020

I membri delle due commissioni del CdR e del Parlamento europeo discuteranno dei negoziati in corso sul bilancio dell'UE per il periodo 2021-2027 e del pacchetto di proposte sulla politica di coesione. In tale contesto, le regioni e le città dell'Unione possono svolgere un ruolo chiave nell'elaborare una politica di coesione forte per il futuro, mettendo in risalto i risultati realizzati da tale politica durante il periodo di programmazione ancora in corso.

9 ottobre, ore 14:30-17:00 ( diretta streaming ) Conferenza ad alto livello sulle regioni carbonifere in transizione.

Ridurre la dipendenza dai combustibili fossili e sostenere le regioni carbonifere affinché realizzino la transizione verso un'energia pulita è di vitale importanza per lottare contro i cambiamenti climatici. In aggiunta agli aiuti a livello nazionale, con la sua gestione concorrente la politica di coesione dell'UE contribuirà a sostenere le regioni impegnate nel processo di transizione energetica. Nel corso dell' evento interverranno anche ministri di governi dell'UE, eurodeputati, esponenti politici regionali e altri rappresentanti ad alto livello della Bulgaria, della Repubblica ceca, della Finlandia, della Francia, della Germania, della Polonia, della Romania e della Spagna, presentando le loro idee su come sostenere nel modo più efficace le regioni carbonifere nel processo di transizione verso un futuro senza carbonio.

Cfr. il programma specifico per i media . Per l'elenco completo degli eventi consultare la seguente pagina web .
È anche possibile scaricare gratuitamente immagini dell'evento e la registrazione degli interventi.

Sessione plenaria del Comitato europeo delle regioni , 7-9 ottobre 2019, #CoRplenary , ( diretta streaming )

Il Comitato europeo delle regioni (CdR) è l'assemblea dei leader locali e regionali dell'UE che rappresentano gli interessi delle città e delle regioni. I 350 membri del CdR si riuniranno a Bruxelles per dibattere e adottare risoluzioni politiche e pareri su temi diversi riguardanti la legislazione dell'UE.

Eventi principali :

8 ottobre, ore 15:15 – La politica di sviluppo regionale dell'UE dopo il 2020: Younous Omarjee (FR/GUE/NGL), presidente della commissione Sviluppo regionale del Parlamento europeo (REGI), parteciperà insieme ai membri del CdR a un dibattito sul futuro della politica di sviluppo regionale nel prossimo periodo di finanziamento dopo il 2020.

8 ottobre, ore 16:45 – Il futuro bilancio dell'UE: entro la fine dell'anno la presidenza finlandese del Consiglio dell'UE dovrebbe presentare delle proposte di compromesso sugli importi del bilancio pluriennale dell'UE per il periodo 2021-2027. Le regioni e le città dell'UE faranno parte al commissario europeo per il Bilancio Günther Oettinger delle loro crescenti preoccupazioni al riguardo e adotteranno una risoluzione .

8 ottobre, ore 18:00 – Questioni relative all'UE di particolare interesse per gli enti locali e regionali: i membri del CdR affronteranno i temi della Brexit, delle regioni insulari e dei collegamenti di trasporto mancanti nelle connessioni transfrontaliere.

9 ottobre, ore 09:30 – Verso un'UE digitale ed ecologica: l'insieme delle regioni dell'UE e tutti i cittadini europei devono trarre vantaggio dalle transizioni digitale ed ecologica che stanno cambiando il volto delle nostre società. I rappresentanti locali e regionali avranno uno scambio di opinioni con la ministra finlandese agli Affari europei Tytti Tuppurainen su come colmare il divario digitale e assicurare la coesione e la solidarietà per tutti. Il dibattito è collegato a due pareri elaborati dal CdR su richiesta della presidenza finlandese:

o L'Europa digitale per tutti: soluzioni intelligenti e inclusive sul terreno , relatrice Anne KARJALAINEN (FI/PSE);

o Le città intelligenti: nuove sfide per una transizione giusta verso la neutralità climatica. Come realizzare gli OSS nella pratica? , relatore Andries GRYFFROY (BE/AE).

L' ordine del giorno integrale, tutti i documenti e i progetti di parere della sessione plenaria sono disponibili online.

Contatti stampa

Per ottenere l'accreditamento per entrambi gli eventi si prega di contattare:

PresseCdr@cor.europa.eu