Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Le regioni e le città europee ad Angela Merkel: vogliamo collaborare alla costruzione di un'Europa più resiliente, democratica, sostenibile e umana  
 

La Cancelliera tedesca Angela Merkel ha discusso con i membri del Comitato europeo delle regioni l'impatto della crisi della Covid e il futuro dell'Europa

Il Presidente del Comitato europeo delle regioni, Apostolos Tzitzikostas, ha accolto la Cancelliera della Repubblica federale di Germania Angela Merkel alla sessione plenaria del Comitato europeo delle regioni (#CoRplenary) il 13 ottobre. La Cancelliera tedesca ha presentato le priorità della presidenza tedesca dell'UE, discusso il ruolo degli enti locali e regionali nella ripresa dell'Europa e scambiato opinioni con i membri del CdR sul futuro dell'Europa ( qui il dibattito registrato).

Parlando delle principali aspettative delle regioni e delle città nei confronti della presidenza tedesca, Apostolos Tzitzikostas ha dichiarato: " 300 regioni e 90 000 comuni sono le fondamenta democratiche dell'UE e la sua rete di sicurezza . Come leader locali e regionali siamo in prima linea nella lotta contro la pandemia. Stiamo lavorando instancabilmente per contenere il virus, aiutare le persone più vulnerabili, proteggere le nostre comunità e salvaguardare le economie e i posti di lavoro locali. Siamo considerati dai nostri cittadini il livello di governo più affidabile ed efficace. Se l'Europa vuole connettersi meglio con i cittadini nei territori e intende trovare soluzioni concrete alle loro esigenze, i leader regionali e locali devono avere maggiore voce in capitolo nel processo decisionale dell'UE " .

La Cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto: “Il vostro punto di vista, la vostra esperienza e il vostro impegno sono esattamente ciò di cui l'Europa ha bisogno per superare questi tempi difficili in maniera solidale e assumersi le proprie responsabilità sul campo. Senza di voi, noi capi di stato e di governo possiamo fare poco – come faremmo poco senza i cittadini europei. Quindi vorrei ringraziare tutti coloro che si sono assunti le proprie responsabilità seriamente nelle proprie regioni e città. Superare la crisi è un compito erculeo che avrà, ovviamente, maggiore successo se ci uniamo in Europa".*

" La pandemia ha mostrato i limiti dell'attuale Europa bidimensionale, basata unicamente sugli Stati membri e su Bruxelles ", ha proseguito il presidente Tzitzikostas . " Abbiamo bisogno di una Casa della democrazia europea a tre dimensioni in cui tutti i livelli di governo, UE, nazionale e regionale/locale, collaborino, per i cittadini e più vicino ai cittadini. Crediamo nel motto tedesco Gemeinsam: insieme. Insieme possiamo costruire un'Europa più resiliente, democratica, sostenibile e umana ".

L'intero discorso del presidente Tzitzikostas è disponibile qui .

CONTESTO

Le città e le regioni d'Europa continuano a essere in prima linea nella lotta contro la pandemia di Covid-19. Gli enti locali e regionali hanno dovuto reagire rapidamente per fornire sostegno ai cittadini più vulnerabili e alle imprese locali. La crisi della Covid-19 ha colpito tutte le regioni, le città e le comunità locali in Europa, ma ciascuna di esse è stata colpita in modo diverso, come risulta anche dai risultati del Barometro regionale e locale annuale , presentato dal CdR questa settimana. All'insegna del motto Insieme per la ripresa dell'Europa , la presidenza tedesca si concentrerà direttamente sul superamento della pandemia di Covid-19, contrastando la diffusione del virus, sostenendo la ripresa dell'economia europea e consolidando la coesione sociale in Europa. La prossimità ai cittadini nel corso della crisi ha dimostrato che gli enti locali e regionali devono essere un elemento centrale del processo decisionale, per garantire una ripresa economica equa e coronata da successo.

La pandemia ha inoltre reso più urgente collocare gli enti locali e regionali al centro della Conferenza sul futuro dell'Europa, rendendo l'UE più democratica e trasparente, più vicina e in grado di rispondere meglio alle esigenze dei suoi cittadini. Un recente sondaggio di Kantar (che può essere consultato qui ) mostra che in ogni paese una vasta maggioranza degli interpellati ritiene che gli enti locali e regionali abbiano un'influenza troppo limitata a livello dell'UE, e una maggioranza assoluta ritiene che conferire maggiore influenza agli enti locali e regionali avrebbe un impatto positivo sulla capacità dell'UE di risolvere i problemi.

Nota ai redattori:

* Il testo è gentilmente offerto tradotto in italiano dal Comitato europeo delle Regioni. Per ulteriori passaggi si prega di fare riferimento al discorso formale della Cancelliera Merkel qui .

Contatto per la stampa:

Michele Cercone

Portavoce del Presidente

Tel. +32 (0)498 982 349

michele.cercone@cor.europa.eu