Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
La Commissione europea e il Comitato europeo delle regioni inaugurano la Camera degli ambasciatori nazionali del Patto dei sindaci  

Il Patto dei sindaci è il più grande movimento al mondo di città e regioni che realizzano azioni per il clima e l'energia

Il Patto dei sindaci è stato varato nel 2008 dalla Commissione europea per aiutare le città e le regioni a conseguire gli obiettivi dell'UE in materia di clima ed energia per il 2020. Il Patto sta rafforzando il suo ruolo allineando il suo impegno in materia di clima all'obiettivo dell'UE di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, insieme all'istituzione di una nuova Camera degli ambasciatori nazionali per sostenere la diffusione del Patto in tutti gli Stati membri. Unico membro italiano della Camera è Roberto Ciambetti (IT/ECR), presidente del consiglio regionale del Veneto che guida la delegazione italiana al CdR . Il Patto dei sindaci conta oltre 10 000 firmatari che ricevono assistenza tecnica e orientamenti in materia finanziaria per elaborare e attuare piani per l'energia e il clima che contribuiscano a mantenere l'aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5°C, la maggiore ambizione dell'accordo di Parigi sul clima.

Il 21 aprile sindaci e leader locali di tutta l'UE hanno partecipato all'evento inaugurale del nuovo Patto dei sindaci . In una cerimonia online, il Consiglio politico ha presentato la visione del Patto "per un'Europa più equa e climaticamente neutra", il nuovo impegno delle città e delle regioni volto a rafforzare le ambizioni in materia di clima. I nuovi firmatari si impegneranno a ridurre le loro emissioni di gas a effetto serra al 2030 in misura almeno equivalente al rispettivo obiettivo nazionale e a essere coerenti con l'obiettivo dell'UE di ridurre le emissioni del 55 % entro il 2030, oltre a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Kadri Simson , commissaria europea per l'Energia, ha invitato tutti i rappresentanti locali a firmare il nuovo Patto e ha dichiarato: " Il Patto dei sindaci è da tredici anni il principale punto di riferimento per l'azione locale in materia di energia e clima. L'ultimo anno è stato difficile per tutti noi. Tutti abbiamo dovuto affrontare l'emergenza della pandemia, ma allo stesso tempo non abbiamo mai smesso di prepararci a un futuro più pulito, più verde e migliore. L'UE si è impegnata a essere la prima regione a impatto climatico zero entro il 2050, e ci siamo inoltre impegnati a ridurre le emissioni almeno del 55 % entro il 2030. Per il Patto dei sindaci è giunto il momento di aprire un nuovo capitolo. Dobbiamo unire le nostre forze e compiere un passo avanti verso il Green Deal. Un'Europa climaticamente neutra, resiliente ed equa, in cui le città siano luoghi sani in cui i cittadini possano vivere e le imprese locali prosperare. Facciamo del Patto un luogo in cui tutte le città dell'UE possano confrontarsi e dimostrare la propria eccellenza ".

L'evento ha costituito l'occasione per varare la Camera degli ambasciatori nazionali del Patto dei sindaci . Il Presidente del Comitato europeo delle regioni Apostolos Tzitzikostas ha sottolineato: " Oggi l'UE ha compiuto un passo avanti, assumendo l'impegno giuridico a conseguire la neutralità climatica entro il 2050. Questo obiettivo sarà raggiunto solo lavorando con i nostri cittadini e nelle nostre comunità, altrimenti non sarà possibile. Perché il Green Deal possa avere successo, l'UE ha bisogno di un milione di enti locali e regionali. Rinnovando il loro impegno e lanciando la rete di ambasciatori nazionali del Patto dei sindaci, le regioni, le città e i villaggi definiscono obiettivi climatici più ambiziosi per rispondere alle richieste dei cittadini e proteggere il nostro pianeta ".

Roberto Ciambetti (IT/ECR), presidente del consiglio regionale del Veneto che guida la delegazione italiana al CdR, è fra i 27 membri del Comitato (uno per Stato membro) che costituiscono la Camera degli ambasciatori nazionali . " Con 4859 firmatari, l'Italia è il paese europeo con il maggior numero di firmatari del Patto dei Sindaci. Credo fortemente che in qualità di Ambasciatori del Patto, svolgiamo un compito importante nel fare da ponte tra le istanze dei nostri comuni e le priorità nazionali. Il nostro impegno non si limita ad incoraggiare i nostri Sindaci a supportare il Patto, ma anche ad avere un'effettiva implementazione sul territorio dei vari obiettivi che ci promettiamo di realizzare ", ha dichiarato.

L'obiettivo principale degli ambasciatori nazionali del Patto dei sindaci è quello di sostenere e rafforzare l'iniziativa in ogni Stato membro, partecipare ad attività specifiche per paese e rafforzare i legami e la cooperazione con i membri del Parlamento europeo e i governi nazionali. La Camera degli ambasciatori nazionali è intesa inoltre a stabilire contatti con le città e i comuni che potrebbero beneficiare del sostegno tecnico e degli orientamenti in materia finanziaria e diventare agenti attivi nella realizzazione dell'azione per il clima.

Juan Espadas (ES/PSE), sindaco di Siviglia e presidente della commissione ENVE e del gruppo di lavoro Green Deal a livello locale del CdR ha dichiarato: " Il Patto dei sindaci è uno dei maggiori successi della cooperazione tra gli enti locali nell'azione per il clima. In qualità di sindaco, ma anche di presidente della commissione Ambiente del Comitato europeo delle regioni, sono orgoglioso di partecipare alla Camera degli ambasciatori nazionali del Patto dei sindaci, istituita con il sostegno della Commissione europea. Domani il mondo celebra la Giornata della Terra, e le città e le regioni hanno un messaggio forte da condividere: siamo impegnati a guidare la transizione verso un'Europa sostenibile per proteggere il nostro futuro e non lasciare indietro nessuno ".

Qui di seguito la lista completa dei 27 membri del CdR (uno per Stato membro) che costituiscono la Camera degli ambasciatori nazionali del Patto dei sindaci :

Qualche informazione di base

Il Patto europeo dei sindaci per il clima e l'energia è stato varato nel 2008 dalla Commissione europea con l'obiettivo di coinvolgere e sostenere i sindaci nel conseguimento degli obiettivi per il 2020 in materia di energia e clima (riduzione del 20 % delle emissioni di gas a effetto serra rispetto ai livelli del 1990, 20 % dell'energia da fonti rinnovabili e 20 % di efficienza energetica). Con la sua nuova visione, il Patto dei sindaci si allinea all'obiettivo dell'UE di ridurre del 55 % le emissioni di gas a effetto serra entro il 2030 e di diventare il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050. Per aderire al Patto, consultate il sito https://www.pattodeisindaci.eu .

L'elenco degli ambasciatori nazionali del Patto dei sindaci è scaricabile qui . Per maggiori informazioni consultate il nostro portale web

Per scoprire l'iniziativa Green Deal Going Local consultate questa pagina .

Contatto per la stampa:

Floriane Cappelletti // floriane.cappelletti@eumayors.eu

David Crous // david.crous@cor.europa.eu