Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Le città e le regioni vogliono maggiore sostegno per gli aeroporti regionali ancora alle prese con le conseguenze della pandemia  

Gli aeroporti regionali sono di vitale importanza per la coesione territoriale ed essenziali per numerose economie locali

Mentre molti aeroporti regionali faticano a riprendersi dalle difficoltà economiche causate dalla pandemia, il 1º luglio i membri del Comitato europeo delle regioni hanno adottato un parere in cui invitano la Commissione europea a elaborare norme più flessibili ed efficaci in materia di aiuti pubblici, consentendo così agli Stati membri di fornire assistenza finanziaria agli aeroporti regionali. Nel parere , elaborato da Władysław Ortyl (PL/ECR), il CdR ha inoltre sottolineato la necessità d'investire un sostegno finanziario per rendere gli aeroporti più sostenibili e contribuire così al conseguimento degli obiettivi stabiliti nel Green Deal europeo.

Per gli aeroporti regionali, la pandemia ha determinato una serie di gravi difficoltà economiche. Il traffico aereo intraeuropeo è diminuito del 54% nel 2020 rispetto al 2019 ; e questa estate, malgrado l'attenuarsi delle restrizioni agli spostamenti, il traffico è ancora lontano dai livelli precedenti alla pandemia . Nell'ottobre 2020, circa 200 aeroporti europei rischiavano di trovarsi in una situazione di insolvenza . Il fallimento di tali aeroporti avrebbe un impatto drammatico sull'occupazione e sulle economie delle regioni in cui si trovano e infliggerebbe anche un duro colpo alla connettività di molte regioni, in particolare quelle ultraperiferiche o meno sviluppate, dove non sono disponibili forme di trasporto alternative.

Il relatore del parere, Władysław Ortyl (PL/ECR), presidente della regione Precarpazia, ha dichiarato " gli aeroporti regionali svolgono un ruolo cruciale per la coesione territoriale ed economica dell'UE: forniscono connettività alle regioni da essi servite e sono essenziali per la crescita economica. Senza di loro, molte imprese non investirebbero al di fuori delle regioni delle capitali. Anche il settore turistico dipende fortemente da tali aeroporti. Abbiamo bisogno di un sistema di aiuti di Stato più flessibile per sostenere la ripresa degli aeroporti regionali durante e dopo la pandemia. Nel parere ho anche sottolineato che la maggior parte degli aeroporti regionali europei necessita di un sostegno per poter sopravvivere nel contesto dell'attuale crisi ".

Nel parere, il CdR invita la Commissione europea a contribuire ad alleviare le difficoltà finanziarie incontrate dagli aeroporti regionali e a elaborare norme più flessibili e più efficaci in materia di aiuti pubblici, che consentano agli Stati membri di fornire assistenza finanziaria agli aeroporti regionali situati nelle regioni meno sviluppate e ultraperiferiche, in cui non esistono alternative all'aereo più efficienti e sostenibili. L'assistenza finanziaria in questione dovrebbe essere in linea con le condizioni stabilite per il Fondo europeo di sviluppo regionale e il dispositivo dell'UE per la ripresa e la resilienza . Gli Stati membri dovrebbero inoltre esaminare a fondo, insieme alla Commissione europea, in che misura sia possibile offrire sostegno agli aeroporti regionali nell'ambito dei piani nazionali per la ripresa e la resilienza.

Al tempo stesso, il CdR riconosce la necessità di rendere gli aeroporti e il trasporto aereo più sostenibili, ed esorta pertanto la Commissione europea a stanziare fondi europei adeguati per la digitalizzazione degli aeroporti e lo sviluppo di tecnologie innovative. Il CdR, inoltre, insiste nel far presente che una condizione per gli investimenti pubblici negli aeroporti regionali dovrebbe essere la conformità agli obiettivi del Green Deal europeo e al principio "nessun danno per l'ambiente".

Ulteriori informazioni:

La pandemia ha provocato le perdite maggiori, per quanto riguarda i collegamenti aerei diretti, negli aeroporti regionali più piccoli, specialmente nel ramo del trasporto passeggeri. Secondo una relazione sulla connettività del settore aeroportuale , ad esempio, Treviso (Italia) ha perso il 95% dei suoi collegamenti, Vaasa (Finlandia) il 91%, Quimper (Francia) l'87% e Burgas (Bulgaria) l'82%. Tuttavia, i principali aeroporti europei per il traffico merci, ad esempio Liegi (Belgio), hanno registrato un aumento dei voli cargo pari al 10,7%.

Il 30 giugno i membri del CdR hanno adottato un parere sulla strategia per una mobilità intelligente e sostenibile. Questa strategia per la mobilità , presentata dalla Commissione europea alla fine dello scorso anno, mira a rimodellare il settore europeo dei trasporti, riducendone le emissioni del 90% entro il 2050. Il comunicato stampa del CdR sul relativo parere è disponibile qui .

Contatto stampa:

Tobias Kolonko

Tel. +32 22822003

tobias.kolonko@ext.cor.europa.eu

Share: