Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
A New York, le città e le regioni promuovono l'azione per il clima  
Al vertice delle Nazioni Unite sull'azione per il clima i membri del Comitato europeo delle regioni incoraggiano la neutralità climatica e presentano azioni volte ad accelerare la realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Mentre centinaia di migliaia di persone manifestavano per il clima, New York ha accolto leader di tutto il mondo al vertice delle Nazioni Unite sull'azione per il clima , in concomitanza con il primo vertice sugli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) . Benché questi risultati siano ancora insufficienti per conseguire gli obiettivi dell'accordo di Parigi, il Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, è riuscito a promuovere l'azione per il clima ottenendo l'impegno di 100 città e 77 paesi a ridurre a zero le emissioni di gas a effetto serra entro il 2050 ( ONU ). L'Unione europea ha confermato che destinerà ad attività connesse al clima il 25 % del prossimo bilancio. L'Assemblea delle città e delle regioni dell'UE era rappresentata dal primo vicepresidente, Markku Markkula, accompagnato da diversi altri membri del CdR, che hanno condiviso gli impegni e i risultati dei loro territori in materia sia di azione per il clima che di localizzazione degli OSS.

Il primo vicepresidente del Comitato europeo delle regioni, Markku Markkula , ha dichiarato: "È giunto il momento di mostrare, qui a New York e poi alla COP 25 in Cile, che i governi locali e regionali in Europa sono determinati nel loro impegno a favore dell'azione per il clima. È tempo di mostrare che siamo uniti e agiamo insieme, tra Stati membri e al loro interno, a tutti i livelli di governo e coinvolgendo i cittadini, per realizzare la neutralità climatica".

Il vicepresidente Markku Markkula ha ricordato che, senza le città e le regioni, non sarà possibile realizzare la neutralità climatica né invertire il riscaldamento globale. Markkula ha sottolineato la necessità di formalizzare il ruolo degli enti locali e regionali nell'accordo di Parigi attraverso un sistema multilivello che integri i contributi locali e regionali ai piani nazionali per il clima .

Juan Espadas (ES/PSE) , sindaco di Siviglia, ha dichiarato: "Questa è una settimana molto importante per la lotta contro i cambiamenti climatici a livello mondiale. Più che dichiarazioni politiche, in questa settimana si discutono piani d'azione, strumenti e mezzi finanziari per realizzare il cambiamento. In qualità di presidente della rete spagnola delle città per il clima, la nostra presenza a New York dimostra il nostro impegno e il nostro contributo per invertire il riscaldamento globale attraverso piani d'azione a livello locale in materia di clima ed energia".

Il sindaco di Lisbona, Fernando Medina (PT/PSE) , ha dichiarato: "Ogni giorno tocchiamo con mano le sfide poste dai cambiamenti climatici. Una delle nostre priorità è l'OSS 13, ossia l'adozione di misure urgenti per il clima. A Lisbona, Capitale verde europea 2020, ci stiamo impegnando a fondo per la mobilità migliorando il sistema dei trasporti pubblici, per l'adozione di soluzioni basate sulla natura quali le infrastrutture verdi e per l'efficienza energetica utilizzando i LED per i semafori e i pannelli solari negli edifici comunali. Dobbiamo agire ora e tutti insieme".

Il sindaco di Mannheim, Peter Kurz (DE/PSE) , ha sottolineato che "il vertice sugli OSS è una grande opportunità per dare ulteriore impulso al nostro sviluppo sostenibile. Noi europei dobbiamo compiere notevoli progressi in questo campo se vogliamo mantenere la nostra prosperità e preservare le nostre risorse naturali. È fondamentale adottare una politica globale in materia di sostenibilità, che tenga conto della coesione sociale, dello sviluppo economico e della lotta alla povertà" .

Kata Tűttö (HU/PSE) , membro del 12º distretto locale di Budapest, ha dichiarato: "Questa settimana sono centinaia di migliaia i ragazzi che manifestano a favore del clima nelle strade di tutto il mondo, gridando che non siamo interessati al loro futuro. Ci chiedono di agire ora. Le città possono realizzare il cambiamento e promuovere la transizione, e per questo invito tutti i politici locali a partecipare alla lotta!".

André Viola (FR/PSE) , presidente del consiglio dipartimentale dell'Aude, ha dichiarato: "Gli obiettivi di sviluppo sostenibile non sono limitati alle sole dimensioni ambientali e climatiche. Si tratta di un programma globale volto a 'non lasciare indietro nessuno'. Dato che siamo confrontati a sfide comuni, dobbiamo anche cercare soluzioni comuni. Il riconoscimento della 'localizzazione degli OSS' ha dato atto del ruolo chiave che i governi locali e regionali svolgono in questo campo. Al consiglio dipartimentale dell'Aude abbiamo orientato tutte le nostre politiche pubbliche al raggiungimento degli OSS come primo passo verso la localizzazione di tali obiettivi".

Anders Knape (SE/PPE) , consigliere comunale di Karlstad e presidente del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d'Europa, ha osservato: "Una società più egualitaria dal punto di vista del genere è una condizione essenziale per il conseguimento degli obiettivi dell'Agenda 2030. È importante che la parità di genere (obiettivo 5) sia integrata nell'attuazione degli altri 16 obiettivi di sviluppo sostenibile". Questo è il messaggio che ha formulato nel corso di un incontro con Åsa Regner, vicedirettrice di UN Women a New York.

Nel corso dell'ultima riunione della commissione ENVE , Cor Lamers (NL/PSE) , presidente ENVE e sindaco di Schiedam, ha dichiarato: "Dobbiamo mettere il clima al centro delle nostre politiche, lavorando insieme a tutti i livelli su diverse transizioni: energia, mobilità, alimenti, ecc., e dobbiamo coinvolgere i cittadini nell'attuazione di questi cambiamenti" .

Altri membri del CdR presenti a New York erano Raffaele Cattaneo (IT/PPE) , assessore della regione Lombardia, e François Decoster (FR/RE) , sindaco di Saint Omer.

Tra altre attività, i membri hanno presentato le loro azioni per accelerare la realizzazione gli OSS al Forum degli enti locali e regionali sugli OSS .

Lo scorso giugno il CdR ha adottato un parere di Michele Emiliano (IT/PSE) , presidente della regione Puglia, che riunisce una serie di raccomandazioni per realizzare la neutralità climatica in Europa entro il 2050.

Informazioni generali

Clicca qui per i Top 5 takeaways for cities and regions from the UN Climate Action Summit (I cinque messaggi principali per le città e le regioni dal vertice delle Nazioni Unite sull'azione per il clima) (a cura dell'ICLEI).

Leggi qui l'editoriale del Presidente del CdR Karl-Heinz Lambertz sul clima (pubblicato il 23 settembre 2019).

L'Europa non raggiungerà la neutralità climatica entro il 2050 senza le sue città e regioni.

Quest'anno la Settimana europea delle regioni e delle città (7-10 ottobre) prevede oltre cinquanta eventi collegati alla transizione energetica, alla lotta contro i cambiamenti climatici, alla biodiversità e all'economia circolare. Consulta qui il programma.

Clicca qui per accedere all'ordine del giorno della prossima sessione plenaria del Comitato europeo delle regioni (8-9 ottobre).

Clicca qui per le ultime notizie dalla commissione ENVE.

Contatti stampa: david.crous@cor.europa.eu / +32 (0) 470 88 10 37