Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Partecipa alla nostra indagine sull'attuazione degli accordi di libero scambio (ALS)! Il termine finale per inviare le risposte è la mezzanotte del 28 ottobre 2019.  

​Gli accordi commerciali dell'Unione con paesi terzi coprono oltre 70 mercati di ogni parte del mondo e aprono nuove opportunità alle imprese europee, comprese quelle piccole e medie. Dalle esportazioni dell'UE dipendono quasi 36 milioni di posti di lavoro, di cui almeno 6 milioni sono stati creati direttamente dalle PMI esportatrici. La prosperità dell'Europa è legata - più che nella maggior parte delle altre regioni del mondo - all'accesso ai mercati esteri, e questo legame è destinato ad aumentare ulteriormente. Entro il 2020, il 90 % della crescita mondiale sarà generato al di fuori dell'UE.

Benché negli ultimi tempi le possibilità per le imprese europee di trarre i benefici attesi dagli accordi commerciali siano notevolmente migliorate - grazie ad esempio alla pubblicazione annuale della relazione sull'attuazione degli accordi di libero scambio e alla creazione del partenariato per l'accesso ai mercati - è necessario rafforzare ulteriormente l'interazione tra i soggetti pertinenti. Troppe imprese europee, infatti, non sono ancora a conoscenza degli accordi commerciali dell'UE e non sono sufficientemente informate su come usufruire delle relative disposizioni nella pratica.

Ai fini di una migliore attuazione di tali accordi in tutta l'UE, le camere di commercio e gli enti regionali sono fattori essenziali: sono infatti le istituzioni più vicine alle imprese locali, cui sono in grado di fornire informazioni pertinenti alla luce delle specificità regionali. Per conoscere meglio le necessità e i requisiti delle singole regioni d'Europa, il CdR e Eurochambres La invitano a partecipare a questo sondaggio.

L'indagine verterà in particolare sugli accordi di libero scambio più significativi (quelli in vigore, nonché quelli già conclusi ma non ancora in vigore) e si protrarrà fino alla metà di ottobre, e i relativi risultati saranno presentati nel corso di un seminario organizzato dal CdR e da Eurochambres che si terrà nel novembre 2019.

I risultati confluiranno inoltre in un parere del CdR volto a esaminare, più in generale, le sfide che la politica commerciale dell'UE è chiamata ad affrontare e i modi in cui gli enti pubblici competenti e le PMI potrebbero avvalersi, traendone vantaggio, degli accordi commerciali dell'UE. 

Avviare il sondaggio

  • È possibile leggere il questionario del sondaggio e inserire le proprie risposte in tutte le lingue ufficiali dell'UE; per selezionare la lingua, cliccare sul menu a discesa sulla destra dello schermo.
  • Il termine finale per inviare le risposte è la mezzanotte del 28 ottobre 2019.
  • Tutte le risposte inviate saranno trattate con la massima riservatezza.
  • Per maggiori informazioni si prega di scrivere a econ-survey-cor@cor.europa.eu.
​​