Cliccare qui per ottenere una traduzione automatica del testo sottostante.
Pronti per la COP24?  
A tre settimane dalla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici di Katowice, il Comitato europeo delle regioni ribadisce la necessità per gli enti locali e regionali di svolgere un ruolo formale nella nuova governance climatica globale e difende l'obbligo per le parti dell'accordo di Parigi di coinvolgere le città e le regioni nei loro piani di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Tra i temi principali affrontati durante la riunione di oggi della commissione ENVE figurano la COP24, l'8° programma d'azione in materia di ambiente, il riutilizzo dell'acqua, il programma spaziale dell'Unione e l'iniziativa sulle regioni carbonifere in transizione. La città di Gand ha ricevuto il premio Azione trasformatrice 2018 per un progetto di filiera alimentare sostenibile.

La 24 a sessione della Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP24 dell'UNFCCC) si terrà a Katowice dal 3 al 14 dicembre 2018. Mentre sempre di più stringe il tempo per mettere a punto il codice per l'attuazione dell'accordo di Parigi, i membri della commissione Ambiente, cambiamenti climatici ed energia (ENVE) hanno deciso di battersi con determinazione affinché alle amministrazioni locali e regionali venga riconosciuto un ruolo formale e più forte nell'attuazione dell'accordo.

Nel corso di un dibattito sulla COP24, Andrew Cooper (UK/AE) , relatore del parere La governance climatica dopo il 2020 , adottato nel luglio 2018 ha dichiarato: "Dobbiamo aumentare i nostri livelli di ambizione se vogliamo invertire il processo di riscaldamento globale. Accolgo quindi con favore il nuovo obiettivo del Parlamento europeo di ridurre le emissioni del 55 % entro il 2030". Poi ha aggiunto: "Ribadiamo la nostra richiesta che i contributi determinati a livello nazionale (NDC) includano un'aggregazione di contributi stabiliti a livello regionale e locale (RLDC), in modo da riconoscere formalmente e quantificare gli impegni e i risultati dei governi subnazionali in materia di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra". Il CdR - l'Assemblea dei leader regionali e locali dell'UE - propone che le relazioni sugli inventari nazionali nell'ambito del quadro per la trasparenza dell'accordo di Parigi includano una sezione sulle azioni di mitigazione intraprese a livello subnazionale, come pratica per tenere traccia dei progressi compiuti verso il raggiungimento degli NDC e RLDC.

Il Comitato europeo delle regioni parteciperà alla COP 24 con una delegazione di membri di tutti i gruppi politici, guidata dal vicepresidente Markku Markkula (FI/PPE) e dal presidente della commissione ENVE, Cor Lamers (NL/PPE) .

In occasione della riunione della commissione ENVE, è stato consegnato il premio Azione trasformatrice 2018 alla città di Gand , per aver sviluppato un progetto di filiera alimentare sostenibile , che sta riducendo gli sprechi alimentari, accorciando le filiere alimentari e aumentando la sostenibilità degli appalti di prodotti alimentari. "Vogliamo che il nostro sistema alimentare sia locale, resiliente ed equo. La sfida è enorme e richiede un impegno da parte di molti soggetti interessati e un cambiamento a vari livelli. Riteniamo che il nostro sia un approccio vincente e ci impegneremo a fondo per diffonderlo ulteriormente a Gand" ha dichiarato Tine Heyse, vice sindaca di Gand .

I membri hanno adottato il progetto di parere di Cor Lamers Verso un 8º Programma d'azione in materia di ambiente . "Abbiamo bisogno che l'8º Programma d'azione in materia di ambiente venga adottato tempestivamente in modo da evitare una lacuna politica. Dobbiamo concentrarci sull'attuazione, promuovendo approcci strategici e integrati, basati sul territorio, in grado di assicurare "condizioni di vita sane per tutti", ha dichiarato il presidente della commissione ENVE e sindaco di Schiedam.

La commissione ENVE ha adottato il progetto di parere in merito alla Proposta di regolamento recante prescrizioni minime per il riutilizzo dell'acqua . Il relatore Oldřich Vlasák (CZ/ECR) ha affermato che "la gestione efficace dell'acqua riveste un'importanza particolare, in quanto un terzo del territorio dell'UE si trova in condizioni di stress idrico. Invito pertanto la Commissione europea ad ampliare l'ambito di applicazione del regolamento, in modo che vada oltre l'irrigazione agricola, per includere gli spazi verdi urbani, come i parchi, i giardini e i campi sportivi, nonché la pulizia delle strade".

I membri hanno espresso il loro sostegno ad Andres Jaadla (EE/ALDE) e al suo progetto di parere Il programma spaziale dell'Unione e l'Agenzia dell'Unione europea per il programma spaziale . "Il programma spaziale dell'UE deve essere strettamente collegato con le priorità politiche fondamentali, come l'energia, i cambiamenti climatici e l'ambiente, e sviluppare poli spaziali e cluster interregionali per accrescere la competitività dell'industria spaziale e favorire lo sviluppo regionale".

Contatti stampa: David Crous | david.crous@cor.europa.eu | +32 (0) 470 88 10 37