Green Deal a livello locale 

Camera degli ambasciatori nazionali del Patto dei sindaci 

Il Green Deal europeo è la nuova strategia di crescita, intesa a guidare l'UE verso la neutralità climatica entro il 2050. Esso comporta importanti cambiamenti in molteplici settori a tutti i livelli: dal clima all'energia, dai trasporti alla protezione della biodiversità, dall'agricoltura a un'economia più circolare. Ogni città e regione deve pertanto essere coinvolta in questa opportunità storica, partecipando in modo proattivo a meccanismi di governance multilivello in cooperazione con i governi nazionali, l'UE, e non da ultimo le regioni limitrofe in tutto il continente.

Sommario

​I nostri obiettivi

Un analogo meccanismo di governance multilivello si trova nel Patto dei sindaci per il clima e l'energia - Europa (Patto-Europa), al quale la Commissione europea, nella sua comunicazione sul Green Deal europeo , attribuisce una "funzione importante" nella transizione. Il patto europeo per il clima svolge un ruolo decisivo nella piena attuazione del Green Deal. Il patto per il clima si concentrerà sull'azione di sensibilizzazione e di sostegno, per consentire di collegarsi e di sviluppare e attuare collettivamente soluzioni per il clima, grandi e piccole. Il patto per il clima si affianca alle iniziative, alle reti e ai movimenti esistenti, come il Patto-Europa.

Il Patto-Europa riunisce oltre 10 000 governi locali di 61 paesi che si sono impegnati volontariamente ad attuare gli obiettivi energetici e climatici dell'UE . Attraverso l'Ufficio del Patto dei sindaci a Bruxelles, la Commissione europea fornisce un solido sostegno tecnico e orientamenti sugli strumenti finanziari a disposizione delle città e delle regioni che intendono istituire piani d'azione per l'energia sostenibile e il clima (PAESC).

Il Comitato europeo delle regioni (CdR) sostiene questa iniziativa sin dalla sua creazione nel 2008. Il CdR è fermamente convinto che il Patto dei sindaci sia un'iniziativa faro europea fondamentale per promuovere l'azione sul campo in materia di clima ed energia. Al tempo stesso, il Comitato mette in evidenza il ruolo cruciale degli enti locali e regionali nel sostenere l'Unione europea nella lotta contro i cambiamenti climatici e nella transizione verso l'energia pulita.

Il Patto-Europa ha bisogno di responsabili politici che conoscano i benefici e le opportunità offerti da un ruolo di pionieri in materia di transizione energetica e climatica e comprendano l'interesse di assumere tale ruolo assieme ad altre città e regioni europee, sempre nel quadro del più ampio movimento di enti locali e regionali che agiscono per il clima a livello mondiale.

Riconoscendo il ruolo storico del CdR nella promozione dell'iniziativa del Patto dei sindaci, la Commissione europea ha deciso di rafforzare la cooperazione con il Comitato. Rafał Trzaskowski (PL/PPE) , sindaco di Varsavia ( che figura tra gli enti territoriali che hanno sottoscritto il Patto dei sindaci ) e relatore del parere sul tema Il patto europeo per il clima , è stato nominato rappresentante del CdR in seno al consiglio del Patto-Europa, recentemente ampliato . Questo consiglio politico discute degli obiettivi strategici dell'iniziativa, al fine di garantire che essa sia adeguata alle esigenze delle città e di promuovere il dialogo tra la Comunità del Patto-Europa e le istituzioni dell'UE.

Al fine di potenziare il lavoro a livello nazionale, sarà istituita una seconda camera, composta da 27 membri del Comitato europeo delle regioni (uno per Stato membro) che agiranno in qualità di ambasciatori nazionali dell'iniziativa Patto-Europa.

I membri della camera lavoreranno per garantire la rappresentanza nazionale in termini di governance, e si adopereranno per promuovere un feedback più mirato e per sostenere la promozione dell'iniziativa a livello nazionale. Questi ambasciatori nazionali, in funzione della loro disponibilità e della situazione specifica dei rispettivi paesi, potranno svolgere una serie di attività quali:

  • fungere da ambasciatori nazionali del Patto-Europa : ad esempio promuovendo l'iniziativa nei paesi di origine o collaborando con altri ambasciatori del Patto per il clima;
  • rafforzare la rappresentanza delle città a livello nazionale promuovendo attività specifiche per paese in collaborazione con l'Ufficio del Patto dei sindaci e intensificando la cooperazione con i governi nazionali e altre città;
  • mobilitare i loro pari affinché aderiscano al movimento : ad esempio attraverso la cooperazione con le associazioni nazionali degli enti locali e regionali, le delegazioni nazionali del CdR e la rete dei giovani politici eletti . I membri della camera si adopereranno inoltre per garantire la promozione attiva del Patto dei sindaci da parte dei membri del Parlamento europeo .

Partecipare alla Comunità Patto-Europa

Il Patto dei sindaci per il clima e l'energia - Europa è aperto a tutti gli enti locali democraticamente costituiti e composti da rappresentanti eletti, indipendentemente dalle loro dimensioni o dalla fase di attuazione delle loro politiche in materia di energia e clima. Cliccate qui per aderire al Patto dei sindaci!

È possibile trovare informazioni su altre iniziative pertinenti dell'UE e a livello mondiale alle quali aderire sull'apposita pagina web del CdR .

Documenti

Condividi:
Back to top