Marche, delegazione europea visita zone terremotate

Roma, 25 mag. (askanews) - Attenzione, vicinanza, solidarietà. È quanto ha testimoniato, con la presenza e con la disponibilità manifestata, la delegazione del Comitato europeo delle regioni, in visita nelle zone terremotate dell'Italia centrale. Una tappa, quella pomeridiana odierna, ha toccato le Marche, con appuntamenti a Pescara del Tronto, Amandola e Tolentino.

La delegazione - guidata dal presidente, il finlandese Markku Markkula - era composta di nove membri, tra i quali I responsabili dei settori della protezione civile e dei fondi strutturali, insieme a diversi funzionari del Comitato. Oltre alle Marche, nei due giorni di permanenza in Italia, si è recata anche nel Lazio, Abruzzo e Umbria. Scopo della visita era quello di "dimostrare la vicinanza delle collettività locali e regionali europee alle comunità colpite dal sisma"."È veramente scioccante vedere quello che è accaduto - ha detto il presidente Markkula – Il Comitato delle regioni ha visto le immagini distribuite dai media che hanno suscitato forti emozioni, ma ora che le vediamo sul il posto l'impatto è completamente diverso e più forte. Ci saranno sicuramente delle ricadute sulla volontà di aiutare le popolazioni terremotate per un rapido ritorno alla normalità. È fondamentale che la reazione sia la più veloce possibile anche attraverso l'utilizzo dei fondi europei".

Secondo il presidente Ceriscioli, si è trattato di "una visita importante che consente ai rappresentanti dell'Unione europea di valutare le attività che si stanno avviando, in modo da poter individuare le opportunità per allargare gli interventi sostenuti dall'Unione. L'Europa sta dando un grande contributo sia per l'emergenza che per la ricostruzione. Mostrare i luoghi devastate dal sisma, far vedere i danni che ha causato, quanto è accaduto e quando si dovrà fare, ci aiuterà nella fase della ricostruzione e aprirà ulteriori possibilità per rilanciare, dopo il terremoto, questa parte del nostro territorio. A Pescara del Tronto (frazione di Arquata del Tronto), la delegazione ha visitato il villaggio Sae (casette), per poi proseguire verso Amandola dove è stato effettuato un sopralluogo all'ospedale cittadino lesionato. Successivamente, a Tolentino, presso il Cosmari, il presidente Markkula e rappresentanti del Comitato hanno visitato il sito temporaneo delle macerie provenienti dalle demolizioni degli edifici e la sala dove sono custodi gli oggetti personali dei terremotati ritrovati tra le macerie. Al termine la delegazione è partita per Norcia.

Il Comitato europeo delle regioni (CdR), con sede a Bruxelles, è un organo consultivo dell'Unione europea composto da 350 rappresentanti eletti a livello locale e regionale provenienti da tutti i 28 Stati membri. Formula pareri sulle norme dell'UE che incidono direttamente sulle regioni e sulle città. Le Marche sono rappresentate dall'assessora regionale all'Internazionalizzazione Manuela Bora.

Fonte: ASKANEWS