L'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE
Siete qui > Pagina iniziale > Attività > Relazioni con gli stakeholder > Gruppi interregionali
Help us improve. Did you find what you wanted? - Please leave us a comment:
Your update was successful.
Attività del CdR
I gruppi interregionali

I gruppi interregionali sono piattaforme che riuniscono, su base volontaria, membri e supplenti del Comitato europeo delle regioni al fine di promuovere scambi di vedute, e quindi l'emergere di nuove idee, utili ad arricchire la cooperazione tra enti locali e regionali, negli Stati membri e al di là di essi.

In base alla regolamentazione vigente, un gruppo interregionale è composto da almeno dieci membri titolari del Comitato europeo delle regioni:

• appartenenti ad almeno quattro delegazioni nazionali o

• provenienti da regioni raggruppate in virtù di un accordo internazionale per la promozione della cooperazione transfrontaliera.

Dall'entrata in vigore - il 13 febbraio 2007 - della sua prima decisione sui gruppi interregionali, l'Ufficio di presidenza del CdR ha approvato la costituzione di 11 gruppi, dei quali ad oggi risultano attivi quelli sottoelencati:

Alcuni dei gruppi interregionali (Adriatico-ionico, Macroregione Alpina, Regioni del Mar Baltico, Danubio) sono costituiti a fronte delle relative strategie macroregionali. Una strategia macroregionale è un quadro di riferimento approvato dal Consiglio europeo per rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale in una determinata area geografica compresa nei territori di Stati membri e paesi terzi.

Informazioni correlate
Documenti